e l’anno si è chiuso così…


…tra un testo di Catozzella e un brano di Gian Maria Testa a ricordare passato e presente, tra le poesie di Trilussa a sottolineare cosa non va nel festeggiare senza riflettere, con la voce di Monica Costantini e le note degli strumenti della tradizione, non solo italiana, tra le mani di Massimo Gilotti: ghironda, fisarmonica, armonica… festeggiando sì, mangiando anche e gustose tipicità umbre in un contesto quasi da favola, sulla montagna di Foligno in una domenica imbiancata dal sabato prima, che ci ha accolti nel piccolo paese di Cancelli con nuovi e delicati fiocchi di neve.

Per fare comunità, scambiare idee, per riflettere guardandoci negli occhi, per riconoscere il bisogno di superare i limiti dell’io e abbracciare l’infinito del noi, anche attraverso i passi delle danze tradizionali guidate da Massimo Gilotti, che hanno coinvolto rompendo le resistenze della timidezza e dell’insicurezza.

Abbiamo ascoltato le parole della nostra amica Angela Rita, una delle referenti del progetto “Emergenza terremoto”, che ci ha aggiornato sulla situazione a Norcia e nel territorio, soprattutto in riferimento alle piccole frazioni.

Qualche parola anche sulle attività fatte dalla Omnes… ma soprattutto su quanto è in previsione di fare nel 2018.

Un pranzo all’insegna dei Diritti Umani, un diritto vicino ad ogni piatto, per leggere, scoprire, conoscere e riflettere: sono i Diritti che ognuno di noi ha e che ognuno di noi deve difendere e pretendere per ogni altro essere umano che calpesta il suolo del mondo, ovunque egli sia e che, in quel giorno, era seduto simbolicamente accanto a noi intorno allo stesso tavolo imbandito.

Il tutto ha sprigionato energia, empatia, calore, un’onda d’urto che ha rimesso in moto idee, proposte, dibattito e voglia di stare insieme per provare, sebbene nel piccolo, a fare qualcosa per rendere questo mondo un posto accogliente, armonioso, sereno e bello.

Proprio come il piccolo paesino di Cancelli, adagiato sulla montagna tra le difficoltà dei sentieri tortuosi, dell’aria gelida e del suo quasi abbandono che, nonostante tutto, ha un cuore che pulsa, un focolare sempre acceso ed accogliente che emana nei dintorni profumi ed odori di storie antiche, di famiglia e calore anche in una fredda giornata di dicembre, illuminata da un sole grande fluttuante in un azzurro intenso, fulmineamente cangiante in bianco carico di fiocchi che ovattano tutto e ci fanno sentire più vicini.

Un enorme grazie a tutti coloro che hanno deciso di essere parte integrante di questo giorno un po’ speciale, che si ripete ogni anno!

Dopo il 17 dicembre, in occasione delle feste, le attività al pubblico della Omnes… sono state sospese … ma, in trasferta, abbiamo continuato a raccogliere incontri e sguardi e a fare ricerca e analisi.

A breve un assaggio di questo primo passo per approfondire le tematiche del pranzo.

Buon 2018 a tutti, Omnes… oltre i confini!

Livia Trigona

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...