Africa, Camerun: “Per capire il perché di un sogno …”


Dalle pagine del nostro diario di viaggio:

Da Bamenda a Yaoundè e quindi a Sa’a… 

…alla volta di Yaoundè, dopo dieci giorni nel Camerun nord – occidentale, verso la seconda parte del nostro viaggio; in un autobus pieno di persone festose, che parlano ad alta voce in una lingua alle nostre orecchie incomprensibile, e con in sottofondo la musica ritmata e malinconica che trasmette la radio… …scorrono -mischiate al paesaggio che ci sorprende dal finestrino- le immagini e le emozioni appena vissute: intense come il rosso di questa terra, sferzanti come la lama di un macete che taglia l’aria nella foresta, penetranti come gli odori dei luoghi e gli sguardi della gente.

Sulla strada da Sa’a al villaggio di Mvom Nnam….

…sul far della sera, l’aria è dolce e tiepida, ricca di profumi delle erbe e dei fiori, il silenzio surreale che avvolge il contesto è sconvolto solo dal rombo del motore della moto-taxi, ai lati foresta, capanne, voci umane e sibili e versi di uccelli in lontananza…. Sta scendendo la notte, flebili cominciano ad accendersi le fiammelle delle lampade a petrolio, il loro tremolio illumina appena l’area antistante le semplici case o, in alcune, l’interno delle modeste stanze. Scie di odore di cibo si propagano nell’aria: sui fuochi all’aperto qualche pentolone….
…rispetto del mondo e della sera.

Livia Trigona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...